MODALITA’ DI ACCESSO

Possono essere accettati, a giudizio insindacabile della Direzione, tutti i cittadini che inoltreranno domanda per iscritto indirizzata al Consiglio di Amministrazione della Fondazione, che abbiano raggiunto l’età del pensionamento o che siano inabili al lavoro. La domanda dovrà essere corredata da tutti i documenti e i dati richiesti (il modulo per la domanda è da ritirare presso gli uffici amministrativi negli orari di ufficio).

La domanda deve contenere:

• i dati anagrafici del richiedente e del familiare di cui si chiede l’ammissione;
• l’impegno del richiedente al pagamento della retta;
• il certificato del medico curante del futuro Ospite;
• stato di famiglia e certificato di residenza o autocertificazione degli stessi;
• regolamento della Casa di Riposo sottoscritto per accettazione;
• copia carta di identità, copia della tessera sanitaria e copia del codice fiscale dello stesso;
• copia del provvedimento dell’Autorità Sanitaria del riconoscimento di invalidità o comunicazione di presentazione della domanda;
• consenso al trattamento dati personali (D.Lgs.n. 196/03 e s.m.i. ).

Al fine del perfezionamento di tutte le procedure d’ingresso dovrà essere sottoscritto il contratto d’ingresso.

Gli accoglimenti alla Fondazione S. Maria del Castello – Onlus vengono effettuati in base ai principi di seguito elencati in ordine di priorità:

1. il rispetto dello Statuto della Fondazione ( art. 3 ) che prevede che venga data la precedenza nell’accettazione della domanda alle persone residenti nel Comune di Carpenedolo;
2. la volontà di dare risposte tempestive ed efficaci a problematiche critiche delle persone anziani residenti nel territorio del distretto di Carpenedolo;
3. il criterio cronologico.

Per la procedura d’accoglienza e presa in carico dell’ospite esiste un apposito protocollo.

 

AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO

Nel caso di situazioni di evidente fragilità, in particolare dal punto di vista cognitivo, si consiglia ai parenti, la presentazione presso il Tribunale di istanza finalizzata alla nomina di un Amministratore di Sostegno, figura istituita con Legge n. 6 del 9 gennaio 2004, a tutela di chi, pur avendo difficoltà nel provvedere ai propri interessi, non necessita comunque di ricorrere all’interdizione o all’inabilitazione. Per maggiori informazioni su questa figura ci si può rivolgere all’Ufficio Segreteria/URP della Fondazione o consultare i numerosi siti a disposizione tra cui www.aslbrescia.it seguendo il link “struttura per tutela”.

 

ACCESSO ALLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA

E’ consentito l’accesso alla documentazione socio sanitaria e/o ottenerne il rilascio nelle modalità indicate nel Regolamento per il diritto di accesso ai documenti amministrativi e sanitari, adottato dalla Fondazione, inoltrando specifica richiesta, da parte dei soggetti legittimati all’accesso alle cartelle cliniche o ad altri documenti di natura sanitaria, al Responsabile Medico della Fondazione, comprovando la loro legittimazione, al fine di ottenere il rilascio dei documenti sanitari. Il procedimento di accesso deve concludersi nel termine di trenta giorni decorrenti dal deposito della richiesta. Nel caso in cui la richiesta sia irregolare o incompleta, il termine per la conclusione del procedimento decorre dal deposito della richiesta perfezionata e/o integrata.